Un porridge per amico



Una delle colazioni che amo alternare al mio tortino o alla “Torta Elena” è proprio questa, il porridge d’avena! Ognuno lo fa a modo proprio, si prepara in un batter d’occhio! Si può gustare caldo appena fatto oppure si può lasciar riposare tutta notte in frigo per una colazione fresca (sì, per chi come me ama questo genere di risvegli anche durante i periodi più freddi, accompagnati da una tazza di bevanda bollente!).


Questa colazione è davvero saziante, ottima per incominciare la giornata con la giusta coccola!

Negli ultimi anni ho provato vari modi di preparare il porridge, ora vi darò qualche dritta in base ai miei gusti personali, che spero incontreranno i vostri!


Ci siete? Iniziamo.


Cosa serve:


  • 30-40 g di fiocchi di avena

  • 1 cucchiaino di cannella/cacao/curcuma/zenzero

  • acqua/bevanda vegetale (la quantità varia a seconda della preparazione che si decide di fare)

  • Topping: yogurt di soia al naturale (se usate una porzione di latte di soia per cucinare non è necessario), frutta fresca, 1 manciata frutta secca o 1-2 cucchiaini di crema di frutta secca/scaglie di cocco/1-2 quadratini di cioccolato/semini oleosi


Questi sono gli ingredienti di base da cui si parte, vediamo ora le varie tipologie che ho sperimentato e che vi consiglio di provare!



Porridge classico


Come si prepara


Vi basterà versare i fiocchi di avena in un pentolino, con il liquido e la spezia da voi scelta, portare sul fuoco e mescolare con cucchiaio di legno fino a che il tutto non si addensa e raggiunge una consistenza cremosa (potrete ottenere un porridge più o meno denso a seconda di quanto liquido metterete, questo lo decidete voi in base a vostro personale gusto).


Versatelo ora in una ciotola e aggiungete a piacimento il vostro topping! Se lo preparate la sera prima per il giorno dopo allora potrete aggiungere il vostro topping la mattina seguente!


N.B. Se consumato caldo risulterà più “cremoso”, se lo lascerete in frigo sarà più compatto perché si addenserà (io lo preferisco).



Porridge con yogurt in cottura


Davvero semplice da preparare, l’ho provato nell’ultimo periodo e devo dire che mi piace davvero molto (al momento sempre gustato freddo. Io preferisco appunto e la colazione la preparo sempre il giorno prima per questioni di organizzazione, raramente mi trovo la mattina stessa a prepararla).


Gli ingredienti sono esattamente gli stessi di quelli citati sopra, così come la modalità di preparazione, con la sola differenza che lo yogurt lo vado ad aggiungere a fine cottura, a fiamma spenta, poco prima che la l’avena abbia assorbito tuto il liquido!


Mescolo molto bene, verso in una ciotola e copro con pellicola naturale per conservare il frigo! Il mattino seguente aggiungo eventuali topping (solitamente frutta fresca o marmellata più frutta secca/cioccolato/cocco…).


Porridge al microonde


Super facile e veloce!


In questo caso si versano fiocchi di avena e liquido in rapporto 1:2 circa, quindi inferiore rispetto a quello preparato nel pentolino (es. 40 g di fiocchi e 80 ml di acqua) e si aggiungono anche qui a piacere cacao, cannella o zenzero, poi si mescola il tutto!


In microonde per 45 secondi (se il liquido non è stato assorbito si prolunga per ancora 20-30 secondi circa) et voilà, pronto per essere decorato e gustato! Sarà certamente meno cremoso rispetto a quello cotto nel pentolino, ma un valido alleato quando si ha ancora meno tempo a disposizione!


N.B. In questo caso l’aggiunta di yogurt in cottura non la consiglio (a mio gusto), meglio aggiungerlo poi a parte!



Porridge al forno


Un pochino più lungo come preparazione, ma ne vale decisamente la pena provarlo, almeno una volta! La crosticina che forma in superficie è qualcosa di spettacolare!

Potete in questo caso optare per 2 modalità di preparazione:


  1. Cucinare il porridge nel pentolino in modo classico (con aggiunta di yogurt o meno), versarlo in una ciotola che possa andare in forno, aggiungere magari della frutta a tochetti e infornare a 180 gradi fino a formare la crosticina adorata. Decorare poi con della frutta secca o cocco in scaglie oppure scioglierci del cioccolato fondente!

  2. Versare direttamente in una ciotola i fiocchi di avena, con il triplo del liquido scelto, spezie a piacere, frutta a pezzetti e yogurt (facoltativo); mescolare bene e infornare a 180 gradi per 10-15 minuti (fino a che non si asciuga il liquido e si forma una crosticina). Decorare anche in questo caso a piacimento!

N.B. In tutti questi casi per creare un porridge senza yogurt di soia, ma comunque a base vegetale, potete sostituirlo con eventuali proteine del riso/del pisello/farine di legumi! Vi basterà in quest’ultimo caso mescolare le farine ai fiocchi in cottura!

nota*: non succede nulla se per una volta non c'è la "fonte proteica"; la recupererete nella giornata.


Ora non vi resta che preparare un bel porridge per la colazione di domani, dico bene?

E se vi dicessi poi che lo si può fare anche salato? Beh, per oggi basta, ma prometto che vi lascerò un paio di ricettine anche per quello!


EM.

ISCRIVITI ALLA MIA NEWSLETTER

LINK UTILI

Cliccando "Iscriviti" accetti Termini e Condizioni e Privacy Policy.

SEGUIMI

© 2020 by Elena Mazzetto. Partita IVA 01557340294. All rights reserved.