La zucca al forno



Spesso ricevo questa domanda: “Tu come cucini la zucca?”.

Così un po’ per accontentare tutti, un po’ perché già volevo farlo, vi scrivo come di solito la preparo.

Da come avrete intuito io amo la zucca cucinata al forno; sì, richiede un pochino di tempo in più, ma credo che la bontà e il sapore che sprigiona siano impagabili!


Come fare?


Prendete la vostra zucca ben lavata e munitevi di un coltello, di quelli che tagliano bene, quelli da chef (fate attenzione però, dovete tagliare la zucca, non la vostra mano!) e riducete la zucca a dadini oppure a semplici fette (più saranno piccole, meno ci metteranno a cuocere).


Ora adagiate i pezzetti (io non elimino la buccia, la lavo molto bene) su una teglia da forno ricoperta dalla classica carta da forno, cospargete con del rosmarino (facoltativo, è buonissima infatti anche al naturale) e coprite la zucca come se la doveste fare al cartoccio. Ora non vi resta che infornare a 200 gradi fino a che non risulterà morbida (in genere se avete fatto dei dadini o delle fettine non ci metterà più di 20-30 minuti), spegnete poi il forno e lasciatela scoperta così che formi una piccola crosticina in superficie: golosità!


Come gustarla?


Potrete quindi utilizzare la zucca come semplice contorno (io amo la combinazione pane di segale fresco, ovetto dal tuorlo morbido e zucca, magari con dell’avocado spalmato) oppure preparare con la polpa delle polpette vegetali con legumi, classiche con carne o pesce, dei ravioli ripieni!


La zucca è ottima anche per le vellutate: ci mette davvero poco ad ammorbidirsi e in 20 minuti servirete pranzo o cena che sia! Giusto qualche giorno fa, ne ho preparata una super delicata (in casa non ci credevano l’avessi fatta io), la giusta coccola in queste prime fresche giornate autunnali!


Per la vellutata


Ingredienti (dosi per 3-4 persone)


  • 600 g di zucca a dadini (eliminando in questo caso la buccia per lo più)

  • Mezza cipolla

  • 500 ml di acqua

  • Sale grosso, pepe e rosmarino

  • Olio evo a crudo


Tagliare la cipolla e farla dorare in una casseruola con un goccio di acqua, unire la zucca, qualche rametto di rosmarino, l’acqua e il sale.

Mettere sul fuoco e mescolando di tanto in tanto portare ad ebollizione.

Nel frattempo tagliate a dadini del pane fresco e tostatelo in padella.

Quando la zucca risulterà morbida spegnere il fuoco, eliminare i rametti di rosmarino (se poco graditi) e frullare il tutto con mini pimer (se serve aggiungete un pochino di acqua per allungare un po’); versare poi la vellutata nel piatto, guarnire con i crostini e un giro di olio a crudo!


N.B. Io l’ho accompagnata con crostini di pane di segale tostati, olio evo a crudo e… un ovetto barzotto. Vi consiglio l’accoppiata, il tuorlo morbido che si disperde nella vellutata non ha bisogno di spiegazioni.

EM.

ISCRIVITI ALLA MIA NEWSLETTER

LINK UTILI

Cliccando "Iscriviti" accetti Termini e Condizioni e Privacy Policy.

SEGUIMI

© 2020 by Elena Mazzetto. Partita IVA 01557340294. All rights reserved.